Consigli per stimolare in modo corretto il linguaggio di vostro figlio

Stimolare il linguaggio non significa necessariamente “bombardare” il bambino di molteplici suoni o parole o esporlo ad attività in modo frenetico.. tutt’altro!

Per prima cosa mettetevi nei panni di vostro figlio e immaginate di essere in un paese straniero con una lingua che non conoscete.. cosa vi aiuterebbe? Un linguaggio formato da frasi lunghe e complesse non di certo.. e nemmeno frasi che riguardano argomenti astratti o azioni compiute in precedenza o ancora non compiute… Sicuramente già starete intuendo quali saranno i prossimi consigli. Buona lettura!

  1. Stabilite un contatto visivo, cioè “abbassatevi” fisicamente al livello di vostro figlio, faccia a faccia! Per il vostro bambino è importantissimo e di grande aiuto vedere come si muovono labbra, guance, lingua!
  2. Commentate ogni cosa che state facendo! Fate praticamente la telecronaca di tutte le azioni e le situazioni che si verificano intorno a voi..anche le più banali. Questo aiuterà l’ampliamento del vocabolario!
  3. Enfatizzate molto la prosodia del linguaggio per dare la possibilità al bambino di associare meglio e con più forza le parole! Abbondate di rinforzi positivi verbali, gioiosi, di sorpresa..
  4. Frasi e parole semplici SI! Parole in “BAMBINESE” NO! Non serve rinforzare le paroline storpiate dai vostri bambini che stanno iniziando a parlare..così non impareranno mai la parola adulta corrispondente o comunque dovranno fare un doppio lavoro per doverla sistemare dopo!
  5. Lasciate che sia il bambino a parlare dandogliene il tempo! Attendete qualche secondo in più prima di dargli ciò che vuole anche se già lo avete capito dal suo sguardo.. questo favorirà la sua intenzionalità comunicativa e rinforzerà il suo sistema comunicativo-relazionale.
  6. Storie e Filastrocche a GO-GO! Lo aiutano nella costruzione della sintassi della frase (cioè a mettere in ordine le paroline all’interno della frase stessa), nell’acquisizione di una buona sequenzialità logico-temporale (il prima e il dopo), nell’ampliamento del lessico, nella fantasia e nel riconoscimento anche delle emozioni proprie e altrui.

Non mi resta che augurarvi… Buona Comunicazione!

Stefania Belvisi – Logopedista

 

Author Info

Stefania Belvisi

Stefania Belvisi

Logopedista per l’età evolutiva, Terapia miofunzionale, Associata F.L.I.