Mamma e Papà Giochiamo?

Quante volte giochiamo con i nostri figli? E in che modo giochiamo? Siamo attivi e propositivi o semplicemente subiamo il loro gioco sperando che ne trovino presto un altro da fare da soli?

Spesso si torna a casa dopo una giornata di lavoro e non si hanno più le energie fisiche e mentali per seguire la loro vitalità…ma dobbiamo ricordarci che 10 minuti dedicati solo a loro sono d’obbligo!

Vi spiego in che modo: tornare e mettersi a riordinare, preparare, lavare e nel frattempo star con loro equivale a dispendere energie inutilmente e sentirsi dire continuamente “tu non ci sei mai” o “tu non giochi mai con me!”. Tornare a casa e ritagliarsi 10 minuti di orologio in cui stare con il proprio figlio o figlia e basta facendo un gioco, dedicandosi al 100%, quello è il regalo migliore che potete fargli. Non è la quantità di tempo passata con i figli che fa la differenza, ma la qualità. Il gioco per i bambini è estremamente importante: è occasione di crescita, di relazione, di comunicazione, di esperienza di se e dell’altro,… Ogni tipologia di gioco è adatta per ogni età ed ha uno scopo ben preciso, quindi non è vero che un tipo di gioco sia migliore dell’altro, ma ogni tipologia si evolve insieme all’evoluzione del bambino. Ecco le diverse categorie di giochi che possiamo fare con i bambini a partire dai più piccoli: il gioco esplorativo, sensoriale, fisico, manipolativo, simbolico, gioco con le regole cioè da tavolo.

A questo punto non rimane che augurarvi buon divertimento!!!

Author Info

Stefania Belvisi

Stefania Belvisi

Logopedista per l’età evolutiva, Terapia miofunzionale, Associata F.L.I.